Skip to content

Era, pertanto, razionale, cooperativamente razionale, per i primi esseri umani prendere impegni congiunti gli uni con gli altri nel contesto della ricerca del cibo obbligatoriamente collaborativa con scelta del compagno.
In tale contesto interdipendente, io mi prendo cura del mio compagno (“tu”), e perciò ha senso rinunciare a parte del controllo nel processo decisionale (“Noi > io”) per massimizzare i benefici di tutti.
E guardando al futuro, devo fare tutto ciò che è in mio potere per conservare la mia identità cooperativa con ciascuno dei compagni.

Michael Tomasello - Storia naturale della morale umana

1966
1978
1984
1985
2003
2005
2013
2014
2016
2021
Il 19 luglio, nella città di Catanzaro, viene costituita l’associazione di produttori denominata Consorzio Volontario Olivicoltori
È riconosciuta quale associazione di produttori, in osservanza di quanto disposto nel regolamento del consiglio delle Comunità europee del 19 giugno 1978, n. 1360, e nella L. n. 674 del 20 ottobre 1978
È riconosciuta ai sensi della L.R. n. 13 del 19 novembre 1982 con decreto del Presidente della Regione Calabria n. 813 del 20 giugno 1984 ed iscritta al n. 1 dell’albo regionale delle associazioni dei produttori agricoli istituito presso l’assessorato all'agricoltura della Regione Calabria
È riconosciuta dal ministero dell’agricoltura e delle foreste, nell’ambito dell’originario regime di aiuto comunitario alla produzione dell’olio di oliva (D.M. 17 settembre 1984) con D.M. del 15 ottobre 1985
È riconosciuta quale operatore del settore olivicolo ai sensi del Reg. CE n. 1334/02 con determina, n. 61 del 18 giugno 2003, del dirigente del settore agroalimentare del dipartimento agricoltura della Regione Calabria. Lo stesso anno il Reg. CE n. 1782/2003 applica un prelievo annuale del 3% sulla dotazione storica dei sostegni previsti dall’O.C.M. olivicola ai produttori di olio di oliva. Tali risorse saranno in seguito destinate alla attuazione di programmi specifici di attività triennali elaborati da Organizzazioni di Produttori (O.P.) riconosciute ai sensi dell'art. 152 del Reg. UE 1308/2013
Con il passare degli anni l’evidente asimmetria nelle posizioni negoziali ha reso sempre più difficile, anche per gli agricoltori associati, difendere i propri interessi durante le trattative con gli altri operatori della catena di approvvigionamento. Il 22 dicembre 2005, l’associazione C.V.O. si trasforma in Organizzazione di Produttori (O.P.), ai sensi dell’art. 4 c. 5 del D.Lgs. n. 102 del 27 maggio 2005 e coerentemente con quanto previsto dall'art. 3, c. 1, assume la veste di società consortile a r. l.. Scopo principale è la commercializzazione della produzione dei produttori aderenti
Il Reg. UE n. 1308/2013 introduce un regime di riconoscimento per le O.P. beneficiare di contributi. Tale riconoscimento richiede un ruolo attivo nella concentrazione e commercializzazione del prodotto che nei passati regolamenti non era richiesta ai fini dell’assegnazione dei fondi comunitari
Nel periodo di programmazione che va dal 2014 al 2020, il C.V.O. ha realizzato Programmi Operativi di sostegno a favore dei propri associati relativi alle seguenti attività: B, C e D
È il cinquantenario della nascita del Consorzio Volontario Olivicoltori
Con la proroga della PAC inizia il biennio transitorio di programmazione 2021-2022. L'estensione delle norme ha l'obiettivo di garantire la prevedibilità delle regole e la continuità del sostegno finanziario agli agricoltori UE duramente colpiti dalla crisi Covid-19. Il C.V.O. ripropone e attua Programmi Operativi per le stesse attività del periodo precedente. Il 10 di novembre si trasforma in società cooperativa agricola p.a.

Rafforzare il potere contrattuale degli agricoltori
Orientiamo e sosteniamo  i nostri agricoltori, attraverso una qualificata assistenza tecnica, per la scelta e l’acquisto di mezzi tecnici; forniamo loro, nelle diverse fasi di coltivazione, trasformazione e commercializzazione, sistemi qualificati per tracciare, valorizzare e attestare la qualità del prodotto, dal campo alla forchetta, garantendo così il consumatore sull’origine e la bontà di Oli Extra Vergine di Oliva con certificazioni di processo e di prodotto: ISO 22005/08FSABiologicoI.G.P. CalabriaD.O.P. LametiaMonovarietale.

ESG Sostenibilità
Aborriamo il greenwashing e lavoriamo per essere protagonisti nella catena di approvvigionamento di qualità, perciò spingiamo in modo gentile i nostri produttori a tracciare le loro attività fino a divenire eticamente sostenibili sulla base di criteri ambientali sociali e di governance.  Abbiamo quindi deciso di implementare lo standard FSA e  ottenere da un Organismo di certificazione internazionale come CSQA, l’attestato di performance level claim. Aderiamo, a ITALIA OLIVICOLA Soc. Consortile a r.l. e partecipiamo in FINOLIVA GLOBAL SERVICE S.p.a. e con essi condividiamo un modello di business economicamente sostenibile nella convinzione comune che tale modello deve consentire di generare valore condiviso da un set di stakeholder (interni ed esterni) nel medio e lungo periodo.
Scelte strategiche e pratiche operative attuate per migliorare la competitività delle imprese, ma anche per promuovere le condizioni sociali ed economiche nelle comunità in cui Noi tutti operiamo.

Ultime Notizie

Convocazione ASSEMBLEA ORDINARIA CVO soc. coop. agr.

Si rende noto che è convocata l’Assemblea ordinaria del “Consorzio Volontario Olivicoltori soc. coop. agr.”

Regg. Ue 611-615/2014 e s.m.i.

Il C.V.O. soc. coop. agricola p.a. ottenuto il riconoscimento come O.P. di settore, comunica ai

Incontro Informativo Regg. UE 611-615/2014 s.m.i. – annualità 2021/22

Martedì 29 marzo 2022 alle ore 17.00, sulla piattaforma Zoom, si terrà un webinar con